Ladri della Collina

“Accorrete figli miei, sedetevi, prestate orecchio! Molti vi diranno, miei piccoli e dolci orfani, che Camorr è un’ostrica dalle succulente carni e dalla preziosa perla…. Privilegiati e illusi! Non credete a loro bimbi miei, credete a me quando vi dico che per quelli come noi, per gli ultimi, per i sopravvissuti non c’è nessuna ostrica, nessuna carne e soprattutto nessuna perla. Per noi c’è il mare di fango in cui quest’ostrica vive! Le briciole e gli avanzi, gli scarti di pesce putrefatto da tempo! Ed è questo che ci tiene vivi….che vi tiene vivi… Non piangete bimbi miei, quelli di voi che sono stati scelti sono stati fortunati. La sorte degli orfani a Camorr è dura, schiavitù o morte attende i fragili…ma voi miei diletti, voi siete forti, astuti, capaci… Seguitemi e farò di voi ratti e scarafaggi; sciocchi e vanesi sono quelli che vorrebbero paragonarsi a fiere e splendidi uccelli…perché quando tutto finisce sono ratti e scarafaggi che sopravvivono! Ed è proprio questo che noi faremo, sopravviveremo…e domineremo!”

Questo è il discorso che ogni orfano della Collina si sente fare la prima notte che viene accolto nella sua nuova famiglia. Da li la sua nuova vita ha inizio, strade o finestre non fa differenza, l’importante è essere scaltri, veloci e furbi…intrufolarsi e sfilare, fingere e fuggire…sopravvivere!

Non esiste oscurità in cui noi non sappiamo muoverci; bassezza che non saremmo disposti a compiere o abbiamo già compiuto. Poiché noi siamo gli Orfani della Collina, il fango e la tenebra ci appartengono, in essi siamo nati e grazie ad essi siamo sopravvissuti. Più in alto sali volando, più fragoroso è lo schianto quando precipiti: e al suolo troverai noi, ad attenderti…”

 

 

Personaggi

 

Quentin Gideon

Quentin Gideon

Maschio – Ladro d’appartamento – Carismatico – Ottimista

Per alcuni la vita non è facile e una sfortuna sembra seguire l’altra in un ciclo infinito: se qualcuno fosse interessato a capire meglio questo concetto, saresti proprio la persona giusta a cui chiedere. Grazie alla tua calma e al tuo fatalismo, tuttavia, ognuna di queste disgrazie si è tramutata in un insegnamento che, con la guida di Sabetha, hai potuto mettere in pratica: la vetta dell’eccellenza assoluta tra i ladri d’appartamento è ormai a un tiro di schioppo.

Rolando

Rolando

“Sussurro”

Maschio – Ladro d’appartamento – Individualista – Scontroso

Dicono che la più importante conoscenza per un buon ladro sia il valore del silenzio: una nozione che hai interiorizzato fin troppo. La vita ti ha insegnato che ogni parola ha un peso e che un errore nel valutarlo può essere fatale: forse è per questo che gli altri ti guardano con sospetto, o forse per il tuo passato mai chiarito. Quel che conta, è che Sabetha si fida ciecamente di te, e che tutti sanno cosa succede quando si disturba un lupo solitario.

Edric Zane

Edric Zane

Maschio – Borseggiatore – Carismatico – Arrivista

Per gli orfani della Collina non è mai stato facile capire se sia più svelta la tua lingua ad affabulare gli incauti, o la tua mano ad alleggerire gli ignari. Dietro ad un eterno, smagliante sorriso e ad una parlantina più fluida dell’acqua nei canali di Camorr, si celano doti di borseggiatore che sfidano l’inverosimile e sogni di lussi e vizi che farebbero ingelosire perfino i più fedeli clienti di Peccapicco: sarebbe un peccato se una lite finita male con i tuoi compagni ti privasse di un destino così grandioso…

Brody

Brody

“Strappa Chiodi”

Maschio – Borseggiatore – Scaltro – Avido

Il manto dei Diavoli marini cambia colore e si adatta all’ambiente, impedendo ai predatori e alle prede di percepirne la presenza finché non è troppo tardi: se un giorno dovessi rinascere in forma animale, non ci sarebbe niente di più adatto. Sei capace di sfruttare ogni occasione a tuo vantaggio, con l’unico obiettivo in testa di racimolare il più possibile di quanto ti si para davanti. La tua costanza negli anni ti ha fatto meritare il soprannome di “Brody lo strappa chiodi”, ma si sa, ogni onore comporta anche degli oneri.

Silverio Predapoggio

Silverio Predapoggio

Maschio – Alchimista – Intelligente – Individualista

In un mondo di ciechi, l’orbo è re: e quando i ladri si trovano davanti una serratura invalicabile, sono i tuoi acidi e i tuoi intrugli alchemici a ricordare quanto tu sia importante all’interno della catena alimentare. Fin da piccolo hai devoluto tutto te stesso all’alchimia, ottenendo la stima degli altri orfani ma anche le invidie di alcuni; problemi di poco conto, comunque, dato che generalmente chi cerca di farti uno screzio finisce misteriosamente per soffrire di un qualche male doloroso e incurabile…

Isaveta Barrera

Isaveta Barrera

Femmina – Alchimista – Empatica – Caritatevole

Ognuno arriva alla Collina con qualcosa da nascondere, o da dimenticare: quando sei arrivata alla Collina, una notte di pioggia, gli altri orfani capirono che la provenienza del sangue di cui eri coperta sarebbe stato il tuo scheletro nell’armadio. Presto la diffidenza ha ceduto il passo all’affezione e alla stima per le tue conoscenze alchemiche, ma talvolta è difficile per gli altri ignorare quell’urlo di tristezza nei tuoi occhi.

Eldred Brandon

Eldred Brandon

Maschio – Cerusico – Saggio – Riflessivo

Pacatezza, riflessione, studio, sono le parole chiave per prendersi cura di un ferito o di un malato: in un mondo dove tutto scorre a una velocità folle, costantemente sull’orlo della degenerazione, gli orfani vedono in te la calma e la saggezza di chi ha già la soluzione. Proprio per questo i tuoi compagni riconoscono in te una guida stimata, ma sotto il fango della Collina non è tutto oro quel che luccica…

Ermesanda Riya

Ermesanda Riya

Femmina – Cerusico – Severa – Compassionevole

Forse non ispirerai simpatia, ma qualsiasi bastardo della Collina è passato per le tue mani, e può raccontarlo solo grazie a te; nessuno di loro, tuttavia, può anche solo immaginare cosa significhi aver vissuto la tua vita, o aver visto ciò che hai visto tu. Sotto un aspetto da dura, tuttavia, c’è chi sostiene pulsi un grande cuore…forse.

Susan

Susan

“Falsaluce”

Femmina – Scassinatrice – Allegra – Socievole

Leggerezza non è solo una parola, è uno stile di vita: il tuo tocco delicato apre qualsiasi serratura e la tua risata e il tuo ottimismo distendono qualsiasi animo. Cautela, tuttavia, a scambiare la leggerezza per stupidità: nei bassifondi di Camorr, solo la prima è capace di sfuggire alle insidie che si annidano nei vicoli bui, è per questo che molti tra i ladri della Collina hanno iniziato a chiamarti Susan Falsaluce…

Giansalvo Garrondo

Giansalvo Garrondo

Maschio – Scassinatore – Folle – Istrionico

Folle, pazzo, delirante e visionario: sono solo alcuni degli epiteti con cui la gente ti ha definito negli anni, quando ascoltava i tuoi ragionamenti incapace di scorgerne il contorto filo logico. Le voci che si rincorrono nei bassifondi vorrebbero che tu sia stato la cavia di un alchimista, i cui esperimenti hanno contribuito a formare la tua intricata personalità fino al giorno della tua fuga. Ci sono andati vicini, o forse invece sono a miglia di distanza dalla verità: forse, quando anche l’ultima serratura sarà stata scassinata, la verità sul tuo passato sarà finalmente svelata.

Eloisa De Ferra

Eloisa De Ferra

Femmina – Scassinatrice – Gioviale – Ingenua

Anche fra le tombe sudicie, di tanto in tanto, qualche fiore riesce a fare capolino. La tua ingenuità e dolcezza hanno fatto sì che chiunque, fra gli orfani, decidesse di proteggerti – per quanto possibile – dagli orrori di un mondo crudele. Non potrai però sempre contare su di loro…

Viorenzo

Viorenzo

“La Belva”

Maschio – Picchiatore di strada – Violento – Arrogante

L’orgoglio è sempre stato la tua più grande armatura e il tuo più grande punto debole: chi ha provato uno dei tuoi pugni sui suoi denti probabilmente lo ha capito anche meglio. Nel tuo quartiere nessuno si azzardava a mettere in dubbio la tua parola: era il tuo regno, la tua casa, il tuo territorio, quantomeno finché non è arrivata la pestilenza, il Sussurro Nero. Con gli amici decimati e i nemici quasi decuplicati, un protettore era diventato una necessità anziché qualcosa da sbeffeggiare: la Collina si è assunta questo arduo compito, ma il prezzo da pagare è stato alto.

Maralisa

Maralisa

“Malalisa”

Femmina – Picchiatrice di strada – Astuta – Solitaria

Ci vuole precisione nella vita e chi ti conosce ormai l’ha imparato, data la costanza con cui lo ripeti. Con questo tuo motto costantemente fra i denti, hai presto imparato che nessuno è troppo per te e che i più grossi fanno solo più rumore quando cadono; e tu sei una maestra nel far crollare le persone. Gli altri della Collina lo sanno ed infatti la tua presenza durante i furti infonde sempre una sicurezza in più, complice anche la tua grande capacità di destreggiarti nelle situazioni più complicate; ma talvolta occorre anche sapersi piegare, per poter arrivare ai propri obiettivi.

Kylon Luchero

Kylon Luchero

Maschio – Picchiatore di strada – Spietato – Calmo

Il molo di Camorr, immerso nella luce di un caldo tramonto, mentre un mercantile si allontana placido verso l’orizzonte, non è comunque un’immagine di calma e tranquillità paragonabile alla tua figura: chi ti guarda vede nei tuoi occhi quella stessa pazienza e seraficità che solo un asceta sarebbe in grado di ottenere. E poiché la copertina spesso inganna, nessuno al contempo penserebbe che le tue capacità di assassinio siano fra le più efferate della Collina: le tue capacità di risolvere problemi particolarmente gravosi non vengono usate spesso, ma quando servono gli altri orfani sanno che possono contare su di te. Certo, la tua assoluta compostezza ed apparente apaticità verso tali gesti hanno spesso fatto sorgere inquietanti interrogativi…

Miranda Ashton

Miranda Ashton

Femmina – Picchiatrice di strada – Rigida – Organizzatrice

Sei alla Collina da molti anni e anche se non sei più giovane come un tempo sai sicuramente il fatto tuo quando si tratta di combattere. Esperta di strategia di combattimento, grazie a una tua precedente e piccante frequentazione con una Giubba Gialla di Camorr, hai addestrato numerose generazioni di ladri alla Collina. Tutti i ladruncoli della Collina ti amano e rispettano ma hanno imparato anche a temere la tua poca pazienza e il tuo rigido modo di vivere.

Vito

Vito

“Nove vite”

Maschio – Picchiatore di strada – Testa calda – Spavaldo

Sei giovane e a detta di alcuni, persino inesperto. Hai sentito molti definirti una testa calda che ha da poco trovato il suo ruolo all’interno della Collina ma a te non importa, se parlano di te significa che ti conoscono. Smanioso di attirare le attenzioni di Sabetha finisci spesso per metterti nei guai, cominciando risse sanguinose dalle quali però, in un modo o nell’altro esci sempre integro. Sai il fatto tuo e riuscirai a dimostrarlo a Sabetha e a chiunque tra i tuoi compagni continui a dire che sei troppo avventato per questo lavoro.

Tarciso Belgardo

Tarciso Belgardo

Maschio – Scassinatore – Meticoloso – Impulsivo

Tamburo, cilindro, mandrino, mettileva, occhiello, grimaldello, chiave ad urto, spigolatore: ognuno ha la sua forma, la sua funzione, il suo compito e i suoi limiti, e conoscerli tutti è un’arte che solo a pochi è riservata. Ogni serratura da scassinare è un problema a sé stante, come un complesso orologio che debba essere cautamente smembrato e riassemblato a volontà. La tua attenzione al dettaglio e la tua fissazione quasi maniacale per la ritualità dei gesti ti ha reso famoso sotto la Collina, ma le voci parlano anche di quei tuoi solitari accessi d’ira quando talvolta uno di quegli orologi ti ha messo in difficoltà. L’importante, comunque, è portare a termine il problema, trovare la soluzione finale, e solo l’essere minuziosi e ordinati permette di raggiungere i propri obiettivi.

Dorea Villegas

Dorea Villegas

Femmina – Picchiatrice di strada – Coraggiosa – Leale

Chi arriva alla Collina troppo piccolo per ricordare altro, impara presto che il modo migliore per sopravvivere è non mostrare mai di avere paura. Fin da quando ricordi non ti sei mai tirata indietro da una rissa, fosse per ottenere il pezzo di pane più grosso o per difendere qualcuno dei tuoi fratelli più piccoli. Adesso che sei tra i più “vecchi” ladri della Collina in circolazione, col tuo coraggio e la tua lealtà ti sei guadagnata la fiducia di Sabetha tanto che lei ti permette spesso di aiutarla nell’organizzazione interna delle vostre faccende.

Manuel

Manuel

“Sette”

Maschio – Lingualunga – Avido – Subdolo

Sei arrivato alla Collina il settimo giorno del settimo mese all’età di sette anni e da allora tutti quanti hanno iniziato a chiamarti Manuel sette o semplicemente “Sette”. Hai un modo di fare affabile e dolce che nasconde un carattere che è tutto l’opposto. Il tuo viso d’angelo è ottimo per ottenere importanti informazioni che non ti fai scrupolo di rivendere per il prezzo migliore, le tue orecchie acute spesso riescono ad arrivare dove quelle di tutti gli altri neanche si avvicinano e la tua lingua lunga si è sovente rivelata utile per ottenere le informazioni che cercavi.

Ossalide

Ossalide

“Velenosa”

Femmina – Lingualunga – Viscido – Solitario

A stare con lo zoppo si impara a zoppicare, ed a vivere con i ratti si impara ad aggirarsi per le fogne indisturbati. Fino a quella notte, il tuo mondo finiva là dove i tombini sbucavano per gettarsi sulle sporche strade di La Feccia, come una gabbia e un’armatura al tempo stesso; gli Uomini di Mezzanotte violarono quei luoghi, la tua casa, e niente fu più come prima. La Collina ti accolse senza fare domande, senza porti pressioni e rispettando quell’aura di solitudine e viscido che emanavi; quale miglior ringraziamento, per loro, che mettere a disposizione la tua prodigiosa memoria di quei cunicoli, e la conoscenza di chi condivideva con te quella casa disastrata?

Cheryn

Cheryn

“Mani di fata”

Femmina – Borseggiatrice – Timida – Astuta

Se ti chiamano “Mani di fata” non è solo per le tue minute dimensioni. Le tue piccole e agili dita sono in grado di muoversi con destrezza tanto nelle tasche dei ricchi mercanti, quanto fra le serrature dei forzieri più ricchi. Sei una delle ultime arrivate alla Collina e il tuo atteggiamento timido non ti ha permesso di legare con molti dei tuoi nuovi fratelli ma coloro che hanno avuto la pazienza di superare la tua scorza esteriore si sono trovati tra le mani un’amicizia che vale un tesoro.